2 ottobre e 14 febbraio: indulgenze per i fedeli e i cooperatori

In alcune date legate alla storia dell’Opera, i fedeli e i cooperatori possono ottenere un’indulgenza plenaria. Ora Papa Francesco ha concesso che i cooperatori dell’Opus Dei possano ottenerla anche nei giorni 2 ottobre e 14 febbraio.

Dall'Opus Dei
Opus Dei - 2 ottobre e 14 febbraio: indulgenze per i fedeli e i cooperatori

Due feste liturgiche sono particolarmente legate alla storia dell’Opera: Santa Maria Vergine, Madre del Bell’Amore (14 febbraio) e la solennità dei Santi Angeli Custodi (2 ottobre).

Ora la Penitenzieria Apostolica – il tribunale del Vaticano al quale compete l’amministrazione delle indulgenze –, per mandato del Santo Padre Francesco, ha indicato recentemente che in queste date anche i cooperatori dell’Opus Dei possano ottenere un’indulgenza plenaria, come già potevano fare i fedeli dell’Opera.

Queste due date si aggiungono ad altre precedentemente indicate dalla Santa Sede.

Ecco l’elenco dei giorni in cui è possibile ottenere le indulgenze, sempre che si adempiano le condizioni stabilite:

  • 14 febbraio: Anniversario dell’inizio dell’apostolato dell’Opus Dei con le donne e della Società Sacerdotale della Santa Croce.
  • 19 marzo: Solennità di San Giuseppe.
  • 29 giugno: Solennità degli Apostoli Pietro e Paolo.
  • 14 settembre: Festa dell’Esaltazione della Santa Croce.
  • 29 settembre: Festa degli Arcangeli San Michele, San Gabriele e San Raffaele.
  • 2 ottobre: Anniversario della Fondazione dell’Opus Dei. Festa dei Santi Angeli Custodi.
  • 27 dicembre: Festa di San Giovanni, Apostolo ed Evangelista.
  • Inoltre, i fedeli che appartengono all’Opus Dei possono ottenere indulgenze in altri giorni legati alla loro incorporazione nell’Opera.

    Come dice il Catechismo della Chiesa Cattolica, “l’indulgenza è la remissione dinanzi a Dio della pena temporale per i peccati, già rimessi quanto alla colpa, remissione che il fedele, debitamente disposto e a determinate condizioni, acquista per intervento della Chiesa, la quale, come ministra della redenzione, autoritativamente dispensa ed applica il tesoro delle soddisfazioni di Cristo e dei santi” (n. 1471).

    Per guadagnare una indulgenza plenaria, oltre a voler evitare qualunque peccato mortale o veniale, è necessario adempiere tre condizioni: Confessione sacramentale – intorno alle date indicate –, Comunione Eucaristica e Preghiera per le intenzioni del Papa.

    Inoltre, i fedeli cristiani – tra i quali quelli dell’Opus Dei e i cooperatori – possono ottenere altre indulgenze in situazioni ordinarie, come compiere alcuni atti di pietà cristiana, fare il lavoro con diligenza od compiere una piccola mortificazione.