"Javier Echevarría fu un uomo dal cuore grande"

L'amore a Cristo, alla Madonna e al Papa, insieme alla lezione appresa da san Josemaría di "amare il mondo appassionatamente", e in particolare i suoi figli nell'Opera, sono stati il cardine della sua predicazione.

Dall'Opus Dei
Opus Dei - "Javier Echevarría fu un uomo dal cuore grande" Mons. Fernando Ocáriz durante l'omelia nella Messa in suffragio di mons. Javier Echevarría.

Omelia di mons. Fernando Ocáriz nella Messa in suffragio del prelato dell'Opus Dei (Word e Pdf)

Cardinali, arcivescovi, vescovi, superiori di ordini religiosi, rappresentanti di altre istituzioni della Chiesa, diplomatici della Santa Sede, autorità civili e numerosi romani e famiglie della capitale, hanno partecipato alla cerimonia eucaristica in suffragio del vescovo e prelato dell'Opus Dei, mons. Javier Echevarría, scomparso lo 12 dicembre, che è stata celebrata la sera del 15 dicembre nella basilica di Sant'Eugenio.

Le prime file della chiesa erano occupate da familiari e amici del prelato e dai membri degli organi centrali che collaboravano con mons. Echevarría nel governo della prelatura.


Nell'omelia, mons. Fernando Ocáriz, vicario ausiliare e generale dell'Opus Dei, ha messo in evidenza che "Javier Echevarría è stato un uomo dal cuore grande", che sapeva amare tutti come frutto del suo amore a Cristo, alla Madonna e al Papa.

Ha sottolineato la ampiezza e la rilevanza della sua virtù della carità e ha messo in risalto che "aveva imparato dal fondatore dell'Opus Dei ad amare il mondo appassionatamente".

Mons. Ocáriz ha voluto rimarcare la naturalezza con cui mons. Echevarría "cercava di insegnarci ad amare Cristo e gli altri", anche " nella semplicità della sua vita quotidiana.

Mons. Ocáriz ha voluto rimarcare la naturalezza con cui mons. Echevarría "cercava di insegnarci ad amare Cristo e gli altri", anche " nella semplicità della sua vita quotidiana

Così, allo stesso tempo, pregava e invitava a pregare: per un viaggio del Papa, per la pace in Siria, per le vittime delle calamità naturali, per i rifugiati, per i senza lavoro, per i malati, per cui ha sempre avuto una predilezione particolare, apprendendola dall’esempio di san Josemaría".

Unità e affetto

Nell'omelia il vicario ausiliare e generale della prelatura ha dedicato alcune parole specialmente rivolte ai fedeli dell'Opus Dei, ai quali ha ricordato che mons. Javier Echevarría "se ne è andato in Cielo pregando per la fedeltà di tutti". In particolare, Ocáriz ha detto che "se fosse qui tra noi colui che abbiamo chiamato Padre per ben ventidue anni, sicuramente ci chiederebbe di approfittare di questi giorni per intensificare il nostro amore per la Chiesa e il Papa, di essere molto uniti fra di noi e con tutti i nostri fratelli in Cristo. E ripeterebbe anche ciò che era divenuto nelle sue labbra, specie negli ultimi anni sulla terra, un ritornello: voletevi bene, amatevi sempre di più!".

Mons. Ocáriz ha ricordato che mons. Javier Echevarría "se ne è andato in Cielo pregando per la fedeltà di tutti"

Mons. Ocáriz ha ringraziato per la partecipazione alla Messa dei presenti, "e tanti altri fedeli che hanno voluto unirsi alla nostra preghiera per mons. Echevarría, e rendere grazie con noi per questa vita tutta dedicata agli altri".