Lettera dalla Costa d’Avorio!

A che cosa è servito il donativo dato ad Harambee da coloro che erano presenti alla beatificazione di don Álvaro? In questa bella lettera, una volontaria che lavora nel Centro Rurale Ilomba (Costa d’Avorio) racconta i passi avanti che, grazie a quel denaro, è stato possibile fare nella lotta contro la povertà.

Notizie
Opus Dei - Lettera dalla Costa d’Avorio!

Cari amici,

Il progetto segue il suo corso normale e sta ottenendo una buona accoglienza tra le popolazioni locali.

Le iniziative che fino a questo momento sono partite grazie ai fondi ricevuti si possono riassumere in cinque aree:

1. Visite mediche e terapie: in questi primi mesi sono state fatte più di 1.400 visite mediche e terapie. Molti pazienti, sia bambini che adulti, soffrono di anemia e malaria, abitualmente causate da un logoramento fisico dovuto a una vita dura e a un'alimentazione ben poco equilibrata. Inoltre, il clima caldo e umido e l'esistenza di terreni paludosi favoriscono la proliferazione delle zanzare.

2. Lotta alla malnutrizione: ogni settimana si seguono circa 30 casi di bambini malnutriti, alcuni affetti da malnutrizione severa (2 anni e oltre, e non arrivano neppure a 5 kg...). Le madri di questi bambini vengono in ambulatorio una volta alla settimana per permettere all'assistente sociale di pesare il bambino e controllare se la terapia contro la malnutrizione dà un buon risultato. La terapia si fa per tappe e l'assistente sociale, a seconda dei risultati, giudica se il bambino deve continuare nella stessa tappa o può passare alla fase 2. Di fatto, alcuni bambini stanno ricuperando bene, mentre altri hanno bisogno di tempi un po' più lunghi... Constance Gnahoré, che segue direttamente questi bambini, sta sbrigando le pratiche con le autorità dei villaggi vicini a Ilomba (M'Batto Bouaké, Achokoua, Santé, Akouyaté, ecc.) perché, a partire dal mese di maggio, le campagne di nutrizione si facciano sul posto.

3. Formazione delle madri di famiglia: attualmente si sta formando un primo gruppo di più di 200 madri. Ogni settimana l'assistente sociale impartisce loro le nozioni fondamentali di nutrizione, di igiene, ecc. Le lezioni di nutrizioni sono fondamentali perché, in una popolazione femminile quasi analfabeta, l'ignoranza influisce notevolmente. Però le madri sono ricettive e vogliono migliorare il livello di vita e la salute della loro famiglia. Naturalmente l'assistente sociale, nell'impartire la formazione, tiene sempre conto del livello intellettuale, economico e alimentare delle sue beneficiarie.

4. Scuola rurale Ilomba: le ragazze iscritte sono 25 e provengono dai villaggi limitrofi. Questa scuola è un'autentica soluzione per trarre dalla povertà queste “ragazze di campagna"! Hanno cominciato l'anno scolastico a novembre 2014 e lo finiranno il prossimo giugno. Sono molto, molto contente e stanno traendo molto profitto dalla opportunità che è stata loro offerta di continuare a studiare. Un altro dato che esprime bene l'importanza della scuola è che i genitori sono sempre d'accordo che le figlie frequentino: nessuna ragazza ha rinunciato alle lezioni durante l'intero anno scolastico e questo si deve in buona parte ai genitori che rispettano i giorni di scuola (le ragazze vengono a scuola invece di andare a lavorare in campagna, cosa che per loro comporta un sacrificio notevole...).

5. Lezioni di cucito: il primo corso ha avuto inizio a ottobre 2014 e terminerà in giugno; si stanno formando 10 ragazze. Ieri ha cominciato un altro gruppo. Questo tipo di formazione ha già aiutato altre ragazze di questi villaggi che hanno avviato, nelle proprie case, una piccola attività commerciale informale. Malgrado i genitori non vedano mai di buon occhio che le figlie si occupino in altre attività che non siano la preparazione dell'attieché e il lavoro in campagna, quando vedono i risultati ringraziano Ilomba per ciò che fa per loro. Le ragazze, poi, sono entusiaste…

Il progetto sta aiutando molto le popolazioni contadine della zona di Bingerville. L'assistenza sanitaria sta crescendo di qualità e si va estendendo; grazie al progetto, è aumentata la possibilità di arrivare a più bambini malnutriti e alle loro madri.

Inoltre, la lotta contro la povertà ora è una realtà grazie alla formazione nelle attività di cucito e alle lezioni della scuola rurale.

Molte grazie ad Harambee e a tutti coloro che credono che valga la pena aiutare i più bisognosi!