Ordinazioni sacerdotali (aprile 2016): «Sarete sacerdoti per servire tutte le anime»

«È Gesù che, in voi e con voi, servirà tutti, cristiani e non cristiani», ha detto Mons. Javier Echevarría, Prelato dell'Opus Dei, ai 27 nuovi sacerdoti, nella cerimonia celebrata a Roma.

Dall'Opus Dei

Il pomeriggio di sabato 23 aprile, Mons. Javier Echevarría ha conferito l'ordinazione sacerdotale a 27 fedeli della prelatura dell'Opus Dei. La cerimonia è stata celebrata nella Basilica di Sant'Eugenio a Roma. I nuovi sacerdoti vengono da 13 paesi differenti: Argentina, Brasile, Cile, Spagna, Filippine, Messico, Russia, Finlandia, Kenya, Costa Rica, Congo, Italia e Stati Uniti.

L'omelia completa del Prelato è scaricabile qui.

Durante l'omelia il Prelato ha detto ai nuovi sacerdoti: «sarete sacerdoti per servire tutte le anime». E con le parole di Papa Francesco ha ricordato loro: «Senza croce non troverete mai il vero Gesù; e una Croce senza Gesù non ha senso».

«Diventerete– ha detto il Prelato– sacerdoti della Nuova Alleanza. In persona Christi Capitis, cioè impersonando Cristo, Capo della Chiesa, potrete agire con la sua autorità nell' amministrazione dei sacramenti, annunciando la Parola di Dio nel suo nome e servendo tutte le anime come ha fatto Nostro Signore». E ha aggiunto: «È Gesù che perdonerà per mezzo di voi i peccati dei fedeli che si accosteranno ben preparati al sacramento della Penitenza... È Gesù che, in voi e con voi, servirà tutti, cristiani e non cristiani, quando vi chiederanno una parola di conforto, una luce che rischiari le tenebre in cui spesso sono avvolti».

«Prima di terminare– ha continuato–, vorrei ringraziare i vostri genitori, le vostre famiglie, i vostri amici, per il ruolo che hanno avuto nello sbocciare della vostra vocazione cristiana nell'Opus Dei, e poi di quella sacerdotale, soprattutto con la preghiera e il buon esempio». E li ha incoraggiati a pregare Dio, per intercessione di san Josemaría, fondatore dell'Opus Dei: «che questi nostri fratelli siano sempre dei sacerdoti fedeli, devoti, dotti, abnegati; e sempre lieti!»

Mons. Echevarría ha invitato tutti «a pregare per il Papa Francesco, per il Vicario del Papa nella diocesi di Roma, il Cardinale Vallini, per tutti i vescovi e i presbiteri del mondo; e accompagniamo con la nostra orazione tutti i seminaristi perché siano fedeli alla loro chiamata».

Ecco, in ordine d'età, i candidati e il loro Paese di origine:

Alfredo Rodríguez Sedano (Spagna)

José María Pérez-Seoane Mazzuchelli (Spagna)

Enzo Arborea (Italia)

Fernando Hernansanz Serrano (Spagna)

Odon Swamotz Wazaka (Congo)

Carlos Iza García (Russia)

Luis Cruz Ortiz de Landázuri (Spagna)

Alejandro Muñoz Vizcaíno (Spagna)

Mario Medina Rodríguez (Spagna)

Michael Nievales Quilantang (Filippine)

José Omar Espíritu Castro (Messico)

Manuel Valdés Mas (Spagna)

Julio Agustín Sánchez León (Costa Rica)

Francisco Javier Córcoles García (Spagna)

Agustín Pablo González Alonso (Spagna)

Juan Cruz Bustillo (Argentina)

Manuel Valentini Colomer (Cile)

Albert Penella Mas (Spagna)

Javier Aranguren Sánchez-Ostiz (Spagna)

Guillermo Arregui Cussi (Messico)

John Paul Mitchell (Stati Uniti)

Kalle Oskari Juurikkala (Finlandia)

Gonzalo de la Morena Barrio (Spagna)

Marcelo José Monteiro (Brasile)

Martin Abonyo Onyango (Kenia)

Michael Joseph Fagan (Stati Uniti)

José Antonio Cordero Becker (Cile)