Sepoltura di mons. Echevarría nella chiesa prelatizia

Mons. Echevarría riposa ora nella cripta di Santa Maria della Pace, chiesa prelatizia dell’Opus Dei, accanto al beato Álvaro del Portillo e a Dora del Hoyo. La Messa di suffragio sarà celebrata giovedì 15 dicembre alle ore 19.00 e sarà trasmessa in diretta streaming.

Dall'Opus Dei
Opus Dei - Sepoltura di mons. Echevarría nella chiesa prelatizia La chiusura della bara in cui riposa Mons. Javier Echevarría.

Il feretro con il corpo di Mons. Javier Echevarría è stato chiuso alle 15,45. Il prelato era rivestito dei paramenti sacerdotali violacei e portava l’anello episcopale e la croce pettorale. Per due giorni migliaia di fedeli hanno pregato davanti ai suoi resti mortali, che erano stati collocati nella navata della chiesa prelatizia, davanti all’urna che contiene i resti mortali di san Josemaría, fondatore dell’Opus Dei.


La bara è stata chiusa alla presenza di alcuni membri del Consiglio generale e dell’Assessorato centrale, gli organi centrali che aiutano il prelato nel governo della prelatura. Nella parte superiore del feretro, oltre a un crocifisso argentato, c’era una targa con il nome del prelato e le date 1932 – 2016.

"Che vi vogliate bene!"

Alle 17.00 si è celebrata la Messa delle esequie, precedente alla sepoltura. In assenza del prelato, la cattedra della chiesa è rimasta vuota. Nell'omelia mons. Fernando Ocáriz ha sottolineato che "per fede, mons., Echevarría si sentiva molto figlio di Dio e questo lo aiutava a superare le difficoltà e le sofferenze, anche fisiche; viveva la carità e invitata a vivere sempre la fraternità: "Che vi vogliate bene!" ci diceva sempre; e, come noi, attendeva la promessa del Cielo. Se una persona ha fede, speranza e carità le sofferenze più grandi finiscono per essere lievi, perché se ne fa carico Gesù".

"Dobbiamo ringraziarlo - ha aggiunto mons. Ocáriz - per la sua vita di servizio, prima insieme a san Josemaría e al beato Álvaro e , poi, nei 22 anni in cui fu a capo dell'Opus Dei. Seguiva l'esempio del Signore, che non venne a essere servito, ma a servire".

Terminata la Messa, otto sacerdoti hanno portato il feretro in processione fino alla cripta della chiesa prelatizia, dove è stato sepolto. La tomba di mons. Echevarría è situata tra la tomba del beato Álvaro del Portillo e l'altare della cripta. Mons. Ocáriz ha recitato un responsorio e alla fine si è introdotta la bara nella tomba e vi si è collocata sopra una lapide.

Dopo la sepoltura, la chiesa prelatizia ha ripreso le sue attività normali. I fedeli che lo desiderano possono recarvisi a pregare dalle 8.30 alle 14.00 e dalle 17.00 alle 20.30. Giovedì 15 dicembre, alle 19, si celebrerà una Messa in suffragio per l'eterno riposo di mons. Javier Echevarría nella basilica di Sant'Eugenio: la cerimonia sarà trasmessa in diretta streaming al link: www.opusdei.org/live