La storia dell'Opus Dei in Italia

I primi fedeli italiani dell’Opus Dei, tutti studenti dell’allora unica università statale di Roma, dal febbraio del 1949, su incoraggiamento di san Josemaría e accompagnati dalle sue preghiere, iniziarono a fare viaggi da Roma nelle più importanti città italiane per conoscere persone e porre le basi di una estensione dell’apostolato dell’Opus Dei in tutta la penisola.

La storia
Opus Dei - La storia dell'Opus Dei in Italia

Viaggi avventurosi, divertenti e insieme stancanti, che duravano 24 ore o poco più, in un susseguirsi di appuntamenti, di conoscenze e di risultati, alcuni incoraggianti, altri meno. Gioie e difficoltà produssero frutti: nel dicembre del 1949 vennero aperti i primi due centri fuori dalla capitale, a Palermo e a Milano.

San Josemaría con alcune ragazze italiane

Negli anni successivi, mentre queste due prime situazioni si consolidavano, altre ne nascevano: grazie a un apostolato laicale fatto di amicizia e di formazione cristiana, il lavoro si espandeva con rapidità. Napoli, Catania, Bologna, Verona, Bari, Genova, Torino, Trieste, Firenze, Perugia, Brescia sono i luoghi principali dove è ben radicata la presenza di uomini e donne dell’Opus Dei, ma dai quali poi si irradiano attività e iniziative che raggiungono quasi tutta l’Italia: Biella, Novara, Varese, Como, Bergamo, Sesto S. Giovanni, Padova, Vicenza, Venezia, Treviso, Vittorio Veneto, Udine, Modena, Parma, Forlì, Imperia, Savona, La Spezia, tutte le province toscane, Ancona, L’Aquila, Pescara, Terni, Latina, Benevento, Salerno, Taranto, Lecce, Foggia, tutte le province della Calabria, Palermo e tutte le province siciliane, Cagliari, Sassari e Nuoro…

Il nostro Paese e i suoi generosi abitanti, hanno dimostrato la propria riconoscenza a san Josemaría con un abbondante ricorso alla sua intercessione e con manifestazioni di una devozione popolare sempre più radicata.

Oltre alle centinaia di migliaia di italiani che si sono recati alle cerimonie della beatificazione e della canonizzazione di san Josemaría, in tutta la penisola sono state intitolate al fondatore dell'Opus Dei già più di settanta realtà, fra strade, piazze, edicole, immagini, statue, scuole, edifici, banchine portuali, targhe, ecc... e l’elenco si arricchisce continuamente. Qui si può entrare nella mappa delle vie e piazze intitolate a san Josemaría. A questo proposito vedi anche un articolo illustrativo del 2009, cliccando qui.

Inoltre alcune vie sono state intitolate a mons. Álvaro del Portillo, primo successore di san Josemaría alla guida dell'Opus Dei: vedi la mappa qui.